Sarebbe prevista per il 15 giugno, ma le tariffe di roaming per i cellulari utilizzati all’estero potrebbero rimanere fino al 2018.

Questo si evince dalle nuove linee guida dell’Autorità Berec, ovvero le tanto attese indicazioni su come attuare questo cambiamento: la possibilità per gli operatori di richiedere dodici mesi di deroga per togliere i costi extra. Il rinvio però non sarà automatico e ogni compagnia telefonica dovrà motivare la propria richiesta con ragioni di non sostenibilità economica. Sarà poi l’Agcom ad avere l’ultima parola.

Tra le linee guida del Berec vengono inoltre indicate le possibili eccezioni per le quali gli operatori potrebbero mantenere il roaming, come nel caso di un utente presente più all’estero che in Italia nell’arco di quattro mesi.

L’Agcom però avverte: il timore che qualcuno non si adegui subito perché tanto la sanzione è minima, c’è. Nel frattempo Wind stupisce tutti anticipando le disposizioni Ue, ma questo lo approfondiremo più avanti.

Vuoi conoscere le tariffe più vantaggiose per chiamare dall’estero? Parliamone insieme!